Basilica del Rosario di Lecce, straordinaria evidenza del Barocco Leccese

Facciata della Basilica del Rosario - Lecce

Viene considerata l'ultima opera realizzata da Giuseppe Zimbalo.  L’incarico gli fu assegnato dal vescovo Giuseppe Pignatelli  I lavori ebbero inizio  nel 1691 furono ultimati nel 1728, diciotto anni dopo la morte dello Zimbalo. La basilica sorge sull’area della chiesa di San Giovanni d’Aymo, risalente al trecento. Le due  enormi colonne a spirale scanalate,  riccamente decorate, racchiudono un gran portale sul quale si innalza un timpano con la statua di San Domenico e lo stemma dei Domenicani.

Portale della Basilica del Rosario
Portale della Basilica del Rosario

 

La facciata della chiesa presenta una  imponente balaustra, al centro della quale vi è la statua della Vergine e sulla quale si innalzano enormi vasi di fiori, angeli, cavalli. Un incanto decorativo esterno di grande effetto che trova riscontro nella ricchezza dell'arte che si può ammirare all'interno.

Basilica del Rosario interno
Basilica del Rosario interno


La struttura della chiesa è a croce greca. L'interno è caratterizzato da tredici altari riccamente decorati. Di gran pregio il Crocefisso con tre coppie di colonne tortili.  Da non sottovalutare le numerose nicchie contenenti statue dei  santi che arricchiscono l’interno della basilica. 
L’altare maggiore seicentesca rappresenta Predicazione del Battista è attribuibile ad Oronzo Letizia. Meraviglioso  il pulpito con scene dell’Apocalisse, l’unico in città,  totalmente realizzato in pietra leccese. La copertura è a capriate lignee.  Giuseppe Zimbalo, morto nel 1710 venne sepolto in questa basilica. 

 

Basilica del Rosario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.