Code sull'Autostrada Salerno Reggio Calabria  Ma questa classe politica cosa vuole di più da questo paese? Non ha capito ancora che il Paese non si merita questa politica?  Prima era colpa del voto, in quanto ogni italiano aveva la possibilità di scegliersi o di trombare i vari candidati. Oggi il drappello a capo dei partiti decide chi deve andare in parlamento, aldilà, a volte, di qualsiasi eventuale prerogativa professionale o quanto meno di esperienza amministrativa e/o politica. Quello che si sta discutendo in questi ultimi mesi è veramente degno di essere sottoposto a diagnosi di un grande psichiatra con le “palle”. La schizofrenia degli intenti è così macroscopicamente fuori da ogni logica che questo popolo italiano penso stia veramente cominciando a perdere la pazienza.  I ministeri da Roma siano trasferiti a Milano;  è bene che i pedaggi autostradali vengano applicati al grande raccordo anulare di Roma e soprattutto alla modernissima e scorrevolissima Salerno – Reggio Calabria.

Finalmente a qualcuno ha voluto metter fine a questo disarmante vantaggio concesso alle regioni del Sud di non pagare i pedaggi autostradali.  Si vuol ripianare il debito dell’Anas, senza però andare a vedere il perché questo ente è indebitato e verificare attraverso una analisi di quanto cavolo ci è costata questa rete autostradale rispetto al resto dell’Europa.  I buchi si creano e poi si tappano attraverso il continuo massacramento fiscale dei cittadini. Però chi sbaglia, chi eventualmente ha approfittato non paga mai. Che strana Italia. Ma anche che strano popolo quello italiano,  al quale penso sia doveroso riconoscere il Nobel della pace. Penso che altrove quello che sta succedendo in Italia avrebbe dovuto scatenare delle vere e proprie manifestazioni di protesta di massa. Qui sembra come se il continuo stillicidio di tasse, e balzelli vari, una volta applicati non dovesse poi pagarli nessuno.  I  pugliesi sono felici, almeno quelli di sinistra, in quanto hanno visto a Milano vincere un uomo del  loro governatore Vendola. Sono stati così felici e contenti, i Pugliesi, che hanno chiesto a furor di popolo di essere ulteriormente tassati per dimostrare la loro benevolenza al Governatore Vendola, il  quale è solitamente  attento e particolarmente sensibile alle istanze dei suoi elettori, che nel giro  solo  poche ore,  dopo la consultazione elettorale amministrativa,  ha accontentato i suoi elettori regalando,  un ulteriore addizionale regionale dello 0,50%. Vedete questo è il modo corretto di fare politica. Si fanno i buchi in bilancio? E’ bene, farli pagare ai cittadini. La sanità spende più di quello che ha, allora i cittadini oltre ai vari ticket, paghino l’addizionale. 

Campani,  calabresi, lucani era ora che vi metteste le mani in tasca, basta con questi favoritismi. Son decenni che godete dell’autostrada del sole più veloce e moderna d’Italia, dove da trent’anni sono sempre lì squadre di lavoro a mantenerla efficiente e straordinariamente veloce. E poi voi Romani smettetela, è bene che anche voi paghiate per la fortuna di avere un raccordo anulare e per tutti i ministeri.  Siate un po’ altruisti verso quella parte d’Italia che dice di pagare le tasse, e di contribuire alla crescita del paese, guarda caso con i soldi del sud.  In un altro mio scritto ho cercato di dimostrare quanto sia errata e fuorviante quest’idea, soprattutto se applicata alle entrate fiscali.

C’è poco da fare,  la politica è in uno stato veramente confusionale, seriamente   preoccupante, dove le proposte e le ipotesi di risolvere atavici problemi, stanno assumendo forme di vera schizofrenia, generando turbamento e soprattutto irritazione nelle fasce più deboli della popolazione. Anche il nostro Presidente della repubblica, per quanto stia dimostrando equilibrio e pacatezza, non riesce più a star dietro a questo “manicomio”. La cura oggi è da ricercare nella riappropriazione da parte della gente del diritto di contare, di voler partecipare, di essere finalmente considerati quali elettori di un paese civile e democratico e non degli sporchi sudditi da utilizzare solo per tappare i buchi dell’incompetente ed arrogante politica di chi ci governa, quanto dell’inconcludente e deludente politica di chi è all’opposizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*