Conferenza “Percorsi di integrazione tra carcere e territorio” In riferimento alla Giornata Mondiale dei Diritti dell’Uomo

L’incontro organizzato per l’11 dicembre ore 17, presso “Villa Adriana” Via San Nicola 75 –  Lecce (Borgo San Nicola) Sede Sociale di Comunità Speranza, ha il preciso intento di informare e sensibilizzare l’opinione pubblica sulle problematiche connesse alla necessaria sinergia tra tutte le forze del territorio e il carcere, con la precisa finalità del reinserimento sociale e lavorativo delle persone detenute.

Far conoscere il mondo dell’esecuzione penale, riducendo le distanze tra l’istituzione penitenziaria e le realtà che la circondano, promuovendone la collaborazione.

L’evento è organizzato dal Comitato Promotore il Club per l’UNESCO di Lecce in collaborazione con l’Associazione di Volontariato Carcerario “Comunità Speranza”.

Comunità Speranza considera il volontariato carcerario come un dovere sociale e si pone l’obiettivo di coinvolgere la collettività sui problemi della prevenzione criminale e delle persone sottoposte a misure privative e limitative delle libertà personali.

Relatori, la direttrice della casa Circondariale di Lecce Rita Russo, il responsabile dell’area pedagogica della casa Circondariale di Lecce Fabio Zacheo, il responsabile del progetto nazionale Caritas “Liberare la pena” Don Elvino De Magistris e la Presidente dell’Associazione Comunità Speranza Maria Teresa Calvelli. Introduce Pompeo Maritati coordinatore il Comitato Promotore il Club per l’UNESCO di Lecce.

 

                                                                                     Pompeo Maritati

                                                                          Coordinatore Comitato Promotore

                                                                              Per il Club per l’UNESCO di Lecce

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento