Significato e storia della chiocciola “@”

Pochi lo sanno, che l’utilizzo della chiocciola è molto antico, risale al VI secolo d.C., quando i mercanti di Venezia identificavano con il simbolo @ l’anfora, utilizzata come misura di peso e di capacità. Utilizzato anche da spagnoli e portoghesi con il nome arroba, equivalente ad un’unità di misura di 12 o 15 kg, oppure di 10 o 16 L. In Francia la chiocciola si chiama arobas o arrobe, la cui origine viene dall’arabo ar-roub che significa 1/4, come si attesta in un documento commerciale risalente al 1536.  In turco è chiamata ‘rosa’, in norvegese ‘coda di maiale’  e in ungherese ‘verme’.

 i primi utilizzi della chiocciola trovano collocazione nei mercati. Il dio romano era inoltre responsabile dei cicli naturali, rievocati dalla grafica circolare di @. Secondo le credenze dell’antica Grecia, Saturno era Cronos, dio del tempo che distrugge tutto ciò che ha creato e che regola i cicli delle stagioni, cioè la rotazione e la rivoluzione dei pianeti, richiamati appunto da @.

l simbolo del labirinto di Cnosso fu ispirato da Atlantide, e rievoca un cervello stilizzato necessario per risolvere i problemi. Per fuggire da un labirinto è fondamentale sapersi orientare, magari tramite l’uso di una matassa di filo o di una bussola (oggetti circolari), come anche la rosa dei venti, che si usava un tempo per orientarsi nel mare.